Come creare una verifica su Google Moduli

Vorresti preparare un test da zero o un questionario di gradimento con Moduli di G-Suite? Come creare una verifica su Google Moduli? Leggi qui.

Come creare una verifica su Google Moduli

La Google G-Suite mette a disposizione tante funzionalità, tra cui la possibilità di creare ottimi test, ottimi questionari di gradimento e ottime verifiche di valutazione tramite una unica funzione meglio conosciuta come Google Moduli.

Google Moduli è la parte della G-Suite dedicata alle risposte a scelta multipla, alle domande digitali, al calcolo automatico del punteggio su un test, ai quiz a punti etc. etc.

Quelli che in inglese vengono chiamati “Forms”, in italiano vengono detti “Moduli”. Un modulo è un blocco contenente delle informazioni (in questo caso delle domande, del testo e delle immagini), solitamente presente in siti web o in questionari digitali.

Vediamo insieme come creare una verifica/un questionario tramite Google Moduli:

1) Collegati a Google Moduli. Per farlo, accedi al tuo account Google, puoi accedere direttamente cliccando qui. Se è la tua priva volta e non sai come fare, clicca qui per scoprire come accedere a Google.

Se la tua scuola o la tua azienda utilizzano un account G-Suite per l’educazione o G-Suite, chiedi agli amministratori del servizio i dati di accesso.

2) Dopo aver inserito la tua email di accesso e la tua password, sarai nella pagina principale di Google. Da qui, clicca sul menù in alto a destra Menù Google PNG 4 , quindi seleziona l’applicazione “Google Moduli” Google Moduli Google Forms Icona Icon PNG (chiamata anche più semplicemente “Moduli”). Se non trovi l’icona di Classroom sul menù, non preoccuparti! Google ha tanti servizi e il normale menù può contenere solo alcuni di essi! Potrai accedere al servizio semplicemente cliccando qui dopo aver effettuato il login nella pagina principale di Google, come descritto al punto 1).

3) La nuova finestra che si aprirà sarà la pagina principale di Google Moduli. Seleziona ora la voce “Crea un nuovo modulo”.

Se hai già creato altri moduli in passato, li troverai in basso, nella sezione “Moduli recenti”.

Come creare una verifica su Google Moduli Crea un nuovo modulo

4) Ora dovrebbe aprirsi una nuova finestra, la quale sarà la vera e propria schermata di creazione (e successiva modifica) del nuovo modulo/della nuova verifica. Da qui avrai accesso a tutte le impostazioni dedicate al modulo stesso.

  • Per creare la tua prima domanda, non dovrai fare altro che scrivere la domanda stessa nella casella “Domanda senza titolo”.
  • Per inserire le possibili risposte, non dovrai fare altro che scriverle nella voce “Opzione 1” oppure aggiungerne altre cliccando su “Aggiungi opzione” o “aggiungo Altro”.
  • Per scegliere il formato del modulo (tra “Paragrafo”, “Risposta breve”, “Scelta multipla”, “Caselle di controllo”, “Elenco a discesa”, “Caricamento di file”, “Scala lineare”, “Griglia a scelta multipla”, “Griglia con caselle di controllo”, “Data”, “Ora”), clicca invece su “Scelta multipla”. Si aprirà un menù che ti metterà a disposizione i vari formati selezionabili.
Come creare una verifica su Google Moduli Modulo senza titolo 1

3) Se vorrai aggiungere altre domande o altri contenuti, non dovrai fare altro che cliccare sul pulsante a forma di “+” (o “Aggiungi domanda”) situato a destra di ogni domanda. Da questo menù sarà possibile:

  • Aggiungere nuovi moduli/nuove domande (di default Google crea una sola domanda per ogni nuovo modulo).
  • Importare nuovi moduli e nuove domande (dall’archivio del tuo account, cioè da Google Drive).
  • Aggiungere titolo e descrizione a una domanda.
  • Aggiungere una immagine alla domanda.
  • Aggiungere un video alla domanda.
  • Aggiungere una nuova sezione (utile per dividere il questionario in più parti).
Come creare una verifica su Google Moduli Google Moduli barra laterale moduli

Purtroppo non è possibile importante o esportare completamente i moduli creati con Google Moduli all’infuori del proprio account Google. La procedura di esportazione è macchinosa e non esporta tutti i dati di un singolo file, anche se il modulo stesso è stato creato da noi.

4) Per impostare delle regole precise per la tua verifica/il tuo modulo nel suo insieme, ad esempio la possibilità per gli intervistati/gli studenti di apportare modifiche anche dopo l’invio delle risposte, potrai cliccare sull’icona a forma di ingranaggio Impostazioni Google PNG 1 in alto a destra di ogni modulo. Da qui potrai:

  • Raccogliere gli indirizzi email degli intervistati e inviare loro una “ricevuta di risposta” per email.
  • Limitare a una sola ed unica compilazione le risposte del modulo stesso.
  • Permettere agli intervistati di apportare modifiche anche dopo aver inviato loro il modulo.
  • Scegliere se visualizzare o meno grafici riepilogativi e risposte in formato di testo.
  • Mostrare la barra di avanzamento (nel completare il quiz) agli intervistati.
  • Decidere se ordinare le domande in modo casuale.
  • Decidere se mostrare il link per inviare un’altra risposta.
  • Scegliere se trasformare in quiz il tuo modulo.

Sbizzarrisciti con tutti gli strumenti messi a disposizione da Google e crea il tuo questionario al meglio.

5) Una volta terminato il tuo questionario, potrai salvarlo semplicemente cliccando su “Invia”, in alto a destra. Tutti i salvataggi saranno effettuati in tempo reale e in cloud.

Ricorda che sarà possibile usare ogni questionario creato con Google Moduli anche su Google Classroom. Per farlo, ti basterà caricare un nuovo file su Classroom (se non sai come fare, clicca qui), quindi scegliere come file (per il caricamento) la tua verifica già creata precedentemente su Google Moduli.

Se disponi di un account G-Suite for education, avrai probabilmente uno spazio illimitato sul tuo account. Utilizza questo spazio con parsimonia e responsabilità!

Come creare una verifica su Google Moduli Copertina

6) Una volta “Inviato il questionario a Google”, ti troverai davanti ad una schermata, dalla quale potrai scegliere a chi inviare il tuo questionario. Inserisci qui le email dei ragazzi/dei colleghi ai quali vuoi spedire il questionario, oppure ottieni un link per condividere il questionario anche senza utilizzare l’email (se vuoi procedere con quest’ultimo metodo, vedi il prossimo punto).

Fai attenzione al questionario che compili e invii, infatti, se qualcuno risponderà al questionario già inviato e tu avrai sbagliato una domanda (o necessiterai di apportare modifiche), ogni “intervistato” dovrà rifare il test da zero.

Potrai trovare i moduli salvati sulla pagina principale di Google moduli o sul tuo archivio Google Drive Google Drive icon png 2.

Come creare una verifica su Google Moduli Invia modulo

7) Per ottenere un link dedicato del tuo questionario (un indirizzo per accedervi) e quindi inviarlo a chi vorrai, non dovrai fare altro che cliccare sull’icona a forma di catena Icona condivisione link Google Moduli , quindi copiare l’URL (chiamato anche “indirizzo” o “link”) dove vorrai.

Come creare una verifica su Google Moduli Invia modulo link

8) La procedura è terminata! D’ora in avanti, chi avrà l’URL/l’indirizzo dedicato, potrà accedere alla verifica e completarla (anche da smartphone). E tu, dalla homepage del questionario stesso (quella analizzata al punto 4) di questa guida) potrai accedere alle risposte o correggere tutti i questionari (qualora fosse necessario) direttamente cliccando su “Risposte”, voce situata in alto a destra rispetto alla tabella delle domande.

Che cosa succede se trasformo un modulo di domande in un quiz?

Non è obbligatorio trasformare un questionario in un quiz, ma se decidi di trasformare il tuo modulo in una verifica con tanto di voto alla fine, allora dovrai selezionare questa opzione dalle impostazioni Impostazioni Google PNG 1 . Se decidi, tramite le impostazioni del tuo modulo, di trasformare in quiz un questionario già creato da te (per scoprire come fare, vedi il punto 4) di questa pagina) potrai accedere ad una serie di ottime funzionalità:

  • Potrai assegnare un valore in punti/un punteggio alle tue domande e potrai ottenere una valutazione automatica del quiz, senza la necessità di intervenire in un secondo momento per correggere le domande.
  • Potrai decidere se pubblicare il voto del risultato del quiz “Subito dopo ogni invio”, cioè non appena gli intervistati avranno finito il questionario e avranno anch’essi cliccato su “Invia”.
  • Potrai attivare, dopo la tua revisione manuale (a quiz completato e corretto), la raccolta delle email.
  • Potrai decidere se chi risponde potrà visualizzare le domande senza risposta, le risposte corrette e il valore in punti di ciascuna domanda.
  • Altre funzionalità in corso di aggiornamento.

La guida è finita. Clicca qui per scriverci oppure visita la sezione “Contatti” in fondo alla pagina.



Consulta una guida a caso: