Che cos’è un antivirus e a cosa serve?

🕒 Tempo di lettura della guida: 3 minuti

Che cos’è un antivirus e a cosa serve? Se non sai che cosa sia un antivirus e vuoi schiarirti le idee sei nel posto giusto. Dai un’occhiata qui…

Che cos’è un antivirus e a cosa serve

In informatica, un antivirus (detto anche AV) è un programma (software) in grado di difendere da minacce esterne il sistema operativo nel quale viene installato.

Un po’ come funziona nel nostro sistema immunitario, quindi, la principale funzione di un antivirus è quella di riconoscere altri programmi (o pezzi di codice) nocivi ed isolarli rendendoli inoffensivi (per poi procedere all’eliminazione, spesso dopo aver avvisato i proprietari del computer). Inoltre, i programmi nocivi vanno riconosciuti non solamente dopo essere entrati nel sistema, ma spesso è necessario riconoscerli prima (per evitare il peggio!), cioè quando essi cercano di attaccare il sistema operativo dall’esterno.

Inoltre, un computer che non venga a contatto con nessuna fonte esterna (tramite internet, tramite dispositivo esterno collegato direttamente etc.), non potrà mai “essere infettato” da un virus. Risulta quindi importantissimo, specie per le persone poco esperte di computer che vogliono navigare su internet, installare subito un buon antivirus sui propri dispositivi e conoscerne le funzioni di base e le potenzialità.

Gli hacker (pirati informatici), infatti, sfruttano proprio le debolezze dei sistemi operativi e dei dispositivi per svolgere azioni spesso non consentite, illegali e/o dannose nei confronti degli utenti comuni.

Esistono anche hacker “buoni” che, spesso, vengono assunti da aziende che si occupano di sicurezza informatica. Essi si occupano di contrastare gli “hacker cattivi” e di scoprire vulnerabilità prima che esse possano fare danni (più o meno gravi) alla società.

Lista dei principali “tipi di virus o simili”

Ecco una lista dei principali “tipi di virus o simili” che potrebbero attaccare i nostri dispositivi:

  • Adware
  • Backdoor
  • BHO
  • Dialer
  • Fraudtool
  • Hijacker
  • Keylogger
  • LSP
  • Rootkit
  • Spyware
  • Trojan
  • Virus informatici
  • Worm

Come prevenire gli attacchi informatici?

Ci sono alcune regole fondamentali da tenere bene a mente se si vuole essere protetti nei confronti di tutti questi tipi di attacchi informatici:

  • Non visitare siti inaffidabili e non cliccare su finestre “strane” (come “hai vinto una televisione” oppure “clicca qui per ricevere denaro gratis”) che compaiono durante la navigazione.
  • Prima di installare un programma o prima di copiare un file sul computer, assicurati che essi provengano da fonti certe e affidabili.
  • Cerca di evitare programmi illegali (craccati), programmi creati da persone inesperte e/o sconosciute che quindi possono essere “bucati” (attaccati con successo) con facilità etc. Non conoscendo il codice dei programmi, non puoi scoprirne le conseguenze prima che si verifichi il peggio.
  • Quando visiti un sito, assicurati che esso sia verificato (nella barra degli indirizzi i siti verificati hanno un lucchetto verde, o comunque sono “verificati” da servizi internet che si occupano della sicurezza).
  • Un tempo si pensava che i sistemi operativi macOS e Linux fossero esenti da attacchi informatici. Questa credenza è assolutamente falsa. Ogni sistema operativo è potenzialmente vulnerabile e attaccabile da hacker più o meno esperti.
  • Le vulnerabilità provengono anche dall’hardware e non solo dal software. Un hacker esperto le sfrutterà entrambe.
  • Ad oggi non è sufficiente installare un software antivirus per essere completamente protetti dalle minacce informatiche. Le aziende leader nel settore vendono (specie alle aziende) interi pacchetti di protezione.
  • Tenere sempre aggiornati, per quanto possibile, tutti i software (compreso il sistema operativo) e in casi limite (hardware vecchio o già compromesso) anche gli hardware.
  • Installare un buon antivirus ed eseguire, in caso di dubbi, una scansione dei file sospetti (nuove pennette usb etc.) e del sistema operativo. Ce ne sono tanti anche gratuiti sul mercato. Essi rallenteranno le prestazioni del sistema, ma ne aumenteranno la sicurezza. I sistemi operativi moderni ne potrebbero integrare spesso uno.

Se non sai quali antivirus gratuiti (o a pagamento) scegliere, clicca qui.

La guida è finita. Clicca qui per scriverci oppure visita la sezione “Contatti” nel footer in basso. Per condividere la pagina che hai appena letto, puoi utilizzare questi bottoni: