Come eseguire una installazione pulita di macOS Catalina

Formattare un Mac può sembrare una procedura difficilissima, ma in realtà è un processo che richiede solo un po’ di pazienza e qualche decina di minuti.

Attenzione!

La procedura cancellerà qualsiasi file presente nel computer, quindi fai attenzione e salva i file che vuoi conservare su un altro dispositivo di archiviazione come un hard disk esterno o una pennetta USB.

Un secondo dispositivo di archiviazione (meglio se una chiavetta USB 3.0 o successiva) da almeno 16 Gigabyte è necessario per completare la procedura (non usare la stessa pennetta USB dove vuoi salvare i file che vuoi conservare). Assicurati che anche questo secondo dispositivo sia vuoto e compatibile col tuo Macbook.

Per il completamento della procedura è necessaria una connessione ad internet.

La procedura è rivolta ai possessori di un account Apple con Macbook e macOS.

Come formattare un Mac e reinstallare macOS

Con pochi passaggi e in poco tempo il tuo Macbook riprenderà reattività e smalto come se fosse appena uscito dalla scatola.

Fase 1: Verifica della compatibilità e scaricamento del nuovo sistema operativo macOS

1) Verifica che il tuo Mac possa supportare la versione di macOS (il sistema operativo per pc sviluppato da Apple) che vuoi installare.

Dopo molti anni, i dispositivi più datati non ricevono più aggiornamenti e dovrai perciò installare le vecchie versioni di macOS. Cliccare qui per verificare che il tuo dispositivo Apple sia compatibile con l’ultima versione di macOS. Per altri sistemi operativi macOS, puoi sempre controllare sul sito della Apple.

2) Scarica la versione di macOS che vuoi installare da zero. Puoi trovarla facilmente nell’App Store digitando il nome del nuovo sistema operativo o talvolta sul sito della Apple.

Una volta completato il download, assicurati di avere il file scaricato nelle applicazioni del “Launchpad ma non installare il file scaricato! Infatti, avviando l’installazione direttamente dal file eseguibile, avvierai un “aggiornamento” del sistema, non una installazione pulita. Così facendo, nessun documento e nessuna applicazione di sistema verranno cancellati, sebbene possano risultare incompatibili con il nuovo sistema operativo, ma a lungo andare il sistema operativo corrente verrà sempre più rallentato da una sovrascrittura dei precedenti.

Fase 2: Formattazione della pennetta USB e installazione del sistema operativo macOS su USB

Questa fase può essere eseguita in vari modi e con vari programmi, qui sotto ti propongo una soluzione semplicissima e tra le più adottate. Se vuoi seguire altre procedure diverse, clicca qui.

Creare una pennetta USB di installazione macOS tramite Install Disk Creator

1) Per iniziare clicca qui per scaricare Install Disk Creator e installa il programma. Clicca qui se non riesci ad aprire il software installato perch? ricevi il messaggio “Sviluppatore non identificato”.

  • Install Disk Creator è disponibile per: macOS.
  • È gratuito (software proprietario).
  • È disponibile in inglese.
  • Impatto ambientale: Non specificato nel sito ufficiale.

Clicca qui per scaricare Install Disk Creator.

2) Avviata l’App si aprirà una finestra dalla quale bisognerà indicare il disco destinazione (“Select the volume to become the installer”, ovvero la chiavetta USB), l’installer dal quale partire (“Chose a macOS installer”, ovvero la nuova versione di macOS). A questo punto sarà sufficiente fare click su “Create Installer” per avviare la procedura automatica (verrà richiesta anche qui la password dell’utente amministratore del Mac). La tua chiavetta sarà pronta al termine della procedura.

Fase 3: Formattazione del pc e reinstallazione di macOS da zero

1) Appena la chiavetta sarà pronta, dovrai accertarti di aver salvato tutti i tuoi preziosi file prima di cancellarli del tutto dal Macbook. Infatti, da questo punto in poi la procedura di cancellazione/formattazione diventa irreversibile. Riavvia il Mac tenendo premuti i pulsanti “Cmd” e “R” subito dopo aver premuto il pulsante di accensione per avviare il Mac, oppure subito dopo che il Mac ha iniziato a riavviarsi (per ulteriori istruzioni su come riavviare il “modalità Utility” il tuo sistema, visita il sito Apple). Continua a tenere premuti i tasti finché non compare il logo Apple (o un globo che gira). L’avvio sarà completato quando, invece del normale avvio del pc, comparirà una finestra di “Utility macOS” simile (o uguale) a questa:

2) Per eseguire una installazione pulita (cioè formattando tutti i dati e riportando il sistema a condizioni di fabbrica) dovrai andare su “Utility Disco” e inizializzare (formattare completamente) il tuo “Macintosh HD”.

Per formattare correttamente il Macbook (in maniera tale da poterci copiare in maniera corretta il nuovo sistema operativo) clicca su “Inizializza” (il bottone si dovrebbe trovare al centro in alto), quindi rinomina il disco di memoria. Ora seleziona “Mac OS esteso (journaled)” come “Formato” di formattazione quindi clicca su “Inizializza”.

3) Terminata la formattazione del sistema dovrai chiudere la finestra di formattazione cliccando sulla crocetta, in questo modo verrai riportato alla schermata principale (quella chiamata “Utility macOS“). Ora potrai cliccare “Reinstallazione macOS” e installare tutto il sistema operativo da zero su un hard disk completamente pulito.

4) Ora non ti resta che seguire la procedura guidata, accettare i termini e le condizioni d’uso e installare il nuovo sistema operativo sull’unico hard disk disponibile (chiamato appunto “Macintosh HD” se non gli hai cambiato il nome durante la procedura di formattazione) godendoti un’interfaccia completamente ripulita e rinnovata, tutta da esplorare come se il Macbook fosse appena stato comprato.

La guida è finita. Clicca qui per scriverci oppure condividi questa pagina in un istante.